Vai al contenuto

ZaGas: filosofia e questioni pratiche

  • Il GAS

Il nostro GAS (ZAGAS, ZolArancio Gruppo di Acquisto Solidale) è nato all’inizio del 2010 per volontà di un gruppo di persone appartenenti all’associazione ZolArancio, che si erano trovate a condividere idee e valori comuni.
Col passare del tempo ZaGas si è allargato a persone esterne all’associazione e oggi siamo arrivati ad essere circa un centinaio. Questa crescita, per molti aspetti attesa e desiderata dai fondatori, implica aspetti positivi, ma anche alcuni nuovi problemi da affrontare.
Prima di tutto vorremmo però sottolineare quali sono i valori fondanti che ci hanno spinto a costituire Zagas:
1. Prodotti a km zero:
perché comprare latte tedesco o formaggi olandesi quando posso comprare i prodotti del mio territorio? Ovviamente non tutto può essere a km zero, nel nostro territorio non si producono agrumi e nemmeno il pecorino sardo. Acquistare prodotti locali:

a. riduce l’impatto ambientale collegato al trasporto delle merci (pensate solo al costo energetico dei trasporti refrigerati)
b.sostiene l’economia del territorio in cui viviamo
c.sostiene i piccoli produttori strozzati dai prezzi imposti dalla grande distribuzione
d.consente di conoscere i produttori e di creare con loro un rapporto di fiducia
2. Prodotti a basso impatto ambientale:
non è possibile produrre senza impattare sulle risorse ambientali, ma c’è sempre modo di “far meglio”, ad esempio usando meno imballaggi oppure riutilizzando sempre gli stessi. La scelta di acquistare prodotti alimentari biologici, va esattamente in questa direzione, allo stesso modo abbiamo cercato detergenti realizzati senza l’utilizzo di materie prime di sintesi.
3 .Eticità & Solidarietà:
tutti sappiamo che le industrie di molti paesi del mondo non rispettano i più elementari diritti del lavoro, sfruttano il lavoro minorile, inquinano vaste aree, non garantiscono sicurezza e salute sul lavoro, pagano troppo poco le materie prime affamando i produttori agricoli … ma questo purtroppo accade talvolta anche nel nostro paese e nella nostra regione. Conoscere direttamente il produttore ci consente di verificare – sempre per quanto possibile – quali sono le condizioni di lavoro nella sua azienda.
4.Contatto diretto con i produttori:
conoscere direttamente il produttore comporta tanti diversi aspetti positivi. In primo luogo utilizzare beni di cui si conosce la provenienza è già una buona partenza, poi il contatto diretto con i produttori ci consente di avere uno scambio diretto di opinioni e soprattutto di aiutare il produttore a orientare la sua azienda quanto più possibile verso le esigenze dei suoi clienti. Ma soprattutto il contatto diretto con il produttore consente a lui di vendere i suoi prodotti con margini più interessanti e a noi di comprare a prezzi un po’ più bassi di quelli che troveremmo altrimenti.
5.Salvaguardia della nostra salute:
consumare prodotti alimentari e non alimentari biologici ed ecocompatibili contribuisce a salvaguardare la nostra salute.

Chiaro che non tutto ciò che possiamo acquistare deve necessariamente rispondere a questi criteri, ma quando è possibile ci proviamo. L’obiettivo di “spendere meno” non è quindi tra i principali del nostro GAS: se e quando ci riusciamo, spendiamo volentieri meno, ma se questo significa imporre al produttore scelte anti-etiche, allora preferiamo spendere qualcosa di più.

Veniamo quindi ad elencare i nuovi problemi che sono emersi nella gestione di ZaGas negli ultimi mesi:

A.Scarsa partecipazione all’attività del GAS.
La solidarietà deve essere intesa anche nei confronti di coloro che si impegnano per gestire il GAS: infatti solo pochi di noi partecipano attivamente a tutte le attività, ad esempio di ricevimento e stoccaggio della merce (pensate a quanti chili di arance e clementine acquistiamo!), pagamento diretto dei fornitori, eccetera. Se tutti prestassero anche pochissimo del proprio tempo, alla fine ognuno di noi dovrebbe lavorare pochissimo per far funzionare ZaGas. Proponetevi, anche per piccoli compiti, regalate un po’ del vostro tempo. Se poi conoscete – anche indirettamente – un piccolo produttore valutate la possibilità di diventare referenti per ZaGas per quel prodotto (scarpe? Abiti? Giocattoli? Quanti sono i beni che potremmo acquistare assieme?).

B.Scarsa puntualità al ritiro dei prodotti.
In moltissime occasioni è capitato che una persona che aveva ordinato un certo prodotto non si sia presentata al momento del ritiro, o che si sia presentata con ritardo di diversi giorni rispetto al momento stabilito. Chi gestisce l’acquisto di un certo prodotto mette a disposizione il proprio tempo e si impegna direttamente con il produttore a saldare l’intero importo dei beni acquistati. E’ quindi fondamentale che i prodotti ordinati vengano ritirati e saldati nel giorno di consegna. Quando proprio non è possibile, bisogna contattare i referenti dei prodotti e accordarsi con loro per il saldo e la consegna.

C.Lamentele sui prodotti / sulla composizione delle buste / sulla qualità dei prodotti.
In generale, ricordiamoci che non stiamo acquistando dalla grande distribuzione ma da piccoli produttori che quindi possono fornirci prodotti magari non belli ma sicuramente buoni. Eventuali lamentele, poi, sono da rivolgere direttamente ai produttori e non a chi si rende disponibile per la distribuzione

D. Gestione dei resti.
Cercate di venire a ritirare i prodotti con i soldi contati, è importante.

E. Pagamento anticipato da parte di chi gestisce l’acquisto.
Quando i produttori dovessero richiedere un pagamento anticipato troppo oneroso per i referenti del Gas, vi chiederemo di pagare anticipatamente quello che ordinate.

F. Mancanza di una sede.
Ci servirebbe un posto in cui poter distribuire i prodotti e in cui poterli stoccare. Se qualcuno di voi può metterlo a disposizione (anche un garage va benissimo) ci farebbe un gran favore.

In sintesi, partecipate e siate elastici! Non siamo operatori della grande distribuzione, siamo persone come voi, con gli stessi vostri problemi di famiglia, lavoro, casa e chi fa qualcosa per ZaGas non ci guadagna nulla, lo fa solo perché crede che sia possibile fare qualcosa per un mondo migliore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.